Printing Time! Adox CMS 20 in Ars Imago Fd

CMS20_Test_002

As described in the second post of this blog, I recently made an “hazardous” test with a film (Adox CMS 20) rather difficult to treat, even with its dedicated developer. The test was done at box speed (ISO 20) and as developer, I used the Ars Imago-Fd. The negatives were rather “hard” and contrasted, though (at least when scanning) image data seemed well present in the shadows as in the highlights. But, the ultimate goal of an image shot on film is undoubtedly the wet print in the darkroom. Only on the final print we can make a judgment that has a real sense and evaluate details such as definition, grain, and so on.

Fortunately, a good friend of mine has just put into operation its old darkroom and yesterday I took the opportunity immediately. Of course, after more than 30 years myself and after ten him … we were a bit ‘”rusty” but, as the popular saying goes, “once you learn to ride a bycicle, you’ll never forget “. It must be noted however, that personally, I’ve never been a great darkroom expert … 😉

With the help of my friend, however, I immediately tried to print quite challenging, using an image with high contrast and apparently, not so easy to print. I say apparently because, after a couple of scalar tests conducted at first with  grade 3, we were able to get a “decent” picture . Anyway we still wanted to improve it, so we did a test with grade 4, which worked quite well in the shadows and midtones. A simple burning has then allowed us to highlight the rather dramatic sky. Note that scanned prints do not give justice to the prints (especially the Grade 3 final) themselves as they appear too dark, at least in this blog.

After this test I think I can say that the Ars-Imago Fd is easily usable for Adox CMS 20 development, since it provides a good contrast  and half-tones control, while also maintaining the characteristic features of sharpness and fine grain of this film.

Grade 3 Test Print

Grade 3 Test Print

Grade 4 Test Print

Grade 4 Test Print

Grade 3 Final Print

Grade 3 Final Print

Grade 4 Final Print

Grade 4 Final Print

(Click on images to see larger)

Printing was done on Ilford MG IV paper – Multigrade IV RC Deluxe – Pearl

Developed in Tetenal Eukobrom dilution 1: 9

—-

(Versione Italiana)

Come descritto nel secondo post di questo blog, recentemente ho effettuato un “azzardato” test con una pellicola (Adox CMS 20) piuttosto difficile da trattare già con il suo rivelatore dedicato. Il test era stato condotto alla sensibilità nominale di 20 Iso e come sviluppo, avevo usato l’Ars-Imago Fd. I negativi erano risultati piuttosto “duri” e contrastati, anche se (almeno alla scansione) i dati dell’immagine sembravano ben presenti anche nelle ombre più chiuse e nelle alte luci. Ma, il fine ultimo di un’immagine scattata su pellicola è indubitabilmente la stampa in camera oscura. Solo sulla stampa finale è possibile dare un giudizio che abbia un senso reale e valutare particolari come la definizione, la grana e così via.

Fortunatamente, un mio caro amico ha appena rimesso in funzione la sua camera oscura e ieri ne ho approfittato immediatamente. Certo, dopo più di 30 anni io e dopo una decina lui… eravamo un po’ “arrugginiti” ma, evidentemente, stampare è un po’ come andare in bicicletta e come dice un detto popolare, “una volta imparato, non si dimentica mai”. C’è da precisare comunque, che personalmente, non sono mai stato un grande esperto… 😉

Grazie all’aiuto del mio amico però mi sono subito cimentato in una stampa piuttosto impegnativa, usando un’immagine a forte contrasto e apparentemente, non tanto semplice da stampare. Dico apparentemente perché, dopo un paio di test scalari condotti dapprima con gradazione 3 , siamo stati in grado di ottenere una fotografia “decente”. Non paghi del risultato però abbiamo voluto migliorare ancora e quindi abbiamo fatto un test con gradazione 4, che ha lavorato piuttosto bene nelle zone d’ombra e sui mezzitoni. Una semplice operazione di bruciatura ha poi permesso di mettere in risalto il cielo piuttosto drammatico. Da notare che le scansioni delle stampe non rendono assolutamente giustizia alle stampe stesse, perché appaiono troppo scure (specie la stampa finale su gradazione 3), almeno qui sul blog.

Dopo questo test credo comunque di poter affermare che l’Ars-Imago Fd è tranquillamente utilizzabile per lo sviluppo dell’Adox CMS 20,  dato che fornisce un buon controllo del contrasto e dei mezzi toni, mantenendo anche le note caratteristiche di risolvenza e di grana finissima della pellicola.

La stampa è stata effettuata su carta Ilford  MG IV – Multigrade IV RC De Luxe – Pearl

Come sviluppo è stato usato il Tetenal Eukobrom alla diluizione 1:9

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s