Zenit 11 & Rollei Rpx 25 in Ars-Imago Fd First Test

Zenit 11_001

Another Soviet camera: the Zenit 11, another film: the Rollei Rpx 25. As usual, I do too many things together but, the pleasure of trying new things, and the need not to overstretch the times, forces me to concentrate several elements in a single test. Let’s start from the camera: mine is really in very good condition … it looks almost mint and I got it for few bucks. She comes with the standard lens (later joined by a Pentacon 29mm f/2.8) Helios 44M 4 58mm f 2 and an uncoupled selenium light meter , apparently still working well.

Zenit 11_002

Zenit 11_003

Zenit 11_004

This srl camera, though spartan is robust, easy to use and works like a treat. The lens, well known to lovers of the equipment of Soviet origin, has a good bokeh and an excellent resolving power. As for the film, the Rollei Rpx 25 follows in the footsteps of Rpx Rpx 100 and 400, films such as “traditional”, that give classic look to the pictures, with a wide grayscale. Even the Rpx 25 makes no exceptions on this point, although it is less grainy, due to the low sensitivity. At least with the developer used (Ars Imago-Fd, in Agfa system Rondinax, as we mentioned in previous posts) the contrast that often, in these films at low ISO, is difficult to control did not give the any problem.

Zenit 11_005

Zenit 11_007

Zenit 11_009

Zenit 11_010

Zenit 11_011

Zenit_11_01

The negative seems well balanced and should be easy to print and was easy to scan. When loading film in Rondinax I managed to do it in the titanic enterprise jam … ruining some frames but getting (see the last b/w picture) …. a nice “artistic” effect that Lomographers will appreciate for sure! 😀

(Click on images to see larger)

(Versione Italiana)

Un’altra fotocamera Russa: la Zenit 11, un’altra pellicola: la Rollei Rpx 25. Come al solito, faccio troppe cose insieme ma, un po’ il piacere di provare cose nuove, un po’ la necessità di non allungare eccessivamente i tempi, fanno si che diversi elementi si concentrino in un unico test. Partiamo dalla fotocamera: il mio esemplare è veramente in ottime condizioni… sembra nuovo ed è costato meno di 20 euro. E’ dotata del suo obiettivo standard (poi affiancato da un Pentacon 29mm f/2,8) Helios 44 M 4 58mm f/2 e di un esposimetro (non accoppiato) al selenio, apparentemente ancora ben funzionante. La fotocamera, pur spartana è robustissima, semplice da usare e funziona che è un piacere. L’obiettivo, ben noto agli amanti delle attrezzature di provenienza sovietica, è dotato di un buon bokeh e di un ottimo potere risolutivo. Quanto alla pellicola, la Rollei Rpx 25 segue le orme delle Rpx 100 e Rpx 400, pellicole di tipo “tradizionale”, che restituiscono immagini di tipo… classico, con un ampia modulazione dei toni grigi. Anche la Rpx 25 non si smentisce su questo punto, pur contenendo la grana data la bassa sensibilità. Almeno con il rivelatore usato (Ars-Imago Fd, con il sistema Agfa Rondinax, di cui abbiamo parlato nei post precedenti) anche il contrasto che spesso, in queste pellicole a bassi Iso, è difficile da controllare non ha dato il minimo problema. Il negativo mi sembra ben equilibrato e facilmente stampabile. Buona anche la resa con lo scanner. Durante il caricamento della pellicola nel Rondinax sono riuscito nella titanica impresa di farla inceppare… rovinando così alcuni fotogrammi ma ottenendo, nel caso dell’ultima immagine…. un curioso effetto”artistico” che piacerà sicuramente ai Lomographers…! 😉

Tech data:

Camera: Zenit 11 – Film: Rollei Rpx 25 – Developer: Ars Imago Fd (using Rondinax System) – Scanner: Epson V550

Advertisements

3 thoughts on “Zenit 11 & Rollei Rpx 25 in Ars-Imago Fd First Test

    1. Ciao, ho usato due volte l’RPX 25, sviluppandola sempre con Ars-Imago 1+39 (Nel Sistema Agfa Rondinax, che riduce i tempi di un 10/20%) Con la Zenit 11, 3 minuti a 20°C e con la Voskhod, 3,5 min (puoi vedere i risultati sempre su questo bog). sempre a 20°C Sinceramente, non è che i risultati mi abbiano sconvolto….. preferisco una bella PanF in Adox FX 39 😉 Magari proverò a stampare qualcosa per vedere cosa viene fuori…..

      Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s