Pentacon Six – Part Two

003_psix_trix_005

Last week I published a successful post  (both on this blog and on various social forums) about the first test with my Pentacon Six Tl. As written in the post, I had to develop another roll, mainly took the same day of the first one. The problems I got were pretty much the same, but at least a careful observation of the negatives and of the camera were useful to better clarify  their causes and what I’ll have to do to solve them.

003_psix_trix_002

First, more than the well known problem of uneven frame spacing, these are in fact due to a shutter malfunction. The curtains do not move in perfect synchronization and therefore, between one frame and the other (albeit with a variable spacing, and not always perfect), leaving bands of over/under exposure to the edges of some frames. Compared to the drag problem, it seems that this is a problem of easier solution and maybe, just due to age and type of lubricants used in the past in the construction. The other problem (the black spots on the negative and consequently, white on positive) is nothing but the effect of many microscopic holes on the shutter curtains. Even in this case, a damage due to the passage of time. I’ve already talked to my trusted repairman and we should be able to solve everything relatively easily by replacing the curtains and lubricating  properly the shutter mechanisms.

003_psix_trix_001

003_psix_trix_003

003_psix_trix_007

As for the shots, once again confirms the quality of the lens (Biometar 80 mm f / 2.8), combined with the pleasure of use of Psix … I will definitely work frequently companion when I want to shoot in 6×6. The film used this time was a Kodak Tri-X, also like the previous HP5 +, developed in Kodak HC110 [Dil H]

003_psix_trix_008

003_psix_trix_009

003_psix_trix_010

003_psix_trix_011

Note: In first and fourth shots I spotted the lightleaks in post-production. The second shot was almost without leaks. The last image is a whole strip scan to explain the “Not” spacing defect.

(Versione Italiana)

La scorsa settimana ho pubblicato un post (di notevole successo, sia su questo blog che sui vari social e forum) sul primo test effettuato con la mia Pentacon Six Tl. Come scritto nel post, avevo da sviluppare un altro rullo, scattato principalmente lo stesso giorno del primo. I problemi rilevati sono praticamente stati gli stessi, ma almeno ad un’attenta osservazione dei negativi e della fotocamera ho chiarito meglio le loro cause e cosa bisognerà fare per risolverli.

Per prima cosa, più che del ben noto problema di sovrapposizione dei frames, si tratta in effetti di un malfunzionamento dell’otturatore. Le tendine non si muovono in perfetto sincronismo e pertanto, tra un fotogramma e l’altro (pur con una spaziatura variabile e non sempre perfetta) lasciando bande di sovra/sottoesposizione ai bordi di alcuni fotogrammi. Rispetto al problema del trascinamento, sembra che questo sia un problema di più facile soluzione e magari, semplicemente dovuto all’età ed al tipo di lubrificanti usato in passato nella costruzione. L’altro problema (quello delle macchie nere sul negativo e conseguentemente, bianche sul positivo) altro non è che l’effetto di tanti microscopici forellini sulle tendine dell’otturatore. Anche in questo caso, un danno dovuto al passare del tempo. Ho già parlato con il mio riparatore di fiducia e dovremmo poter risolvere il tutto in modo relativamente facile, sostituendo le tendine e lubrificando come si deve i meccanismi dell’otturatore.

Per quanto riguarda gli scatti, ancora una volta confermano la qualità dell’ottica (Biometar 80 mm f/2,8) che unita alla piacevolezza d’uso della Psix… ne faranno sicuramente una compagna di lavoro frequente quando vorrò scattare in formato 6×6. La pellicola usata questa volta è stata una Kodak Tri-x, anch’essa come la precedente HP5+, sviluppata in Kodak HC110 [Dil H]

Nota: nella prima e quarta immagine ho eliminato le infiltrazioni luminose in post-produzione. Nel secondo fotogramma erano praticamente assenti. L’ultima immagine spiega meglio perché NON si tratta di un problema di spaziatura ma di otturatore.

Tech Notes:

Camera: Pentacon Six Tl – Lens: Carl Zeiss Jena Biometar 80mm f/2,8 – Film: Kodak Tri-x – Developer: Kodak HC110 [Dil. H] – Scanner: Epson V550

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s